Coaching e motivazione

Una potente domanda di coaching

Come aumentare e focalizzare la motivazione con una potente domanda di coaching

“Chi ha un ‘perché’ per vivere, può quasi sopportare qualsiasi ‘come’” – Nietzsche

In che modo pensi di poter entrare nella testa di ognuno dei membri del tuo team e, in una singola sessione, conoscere e capire davvero cosa li guida in modo univoco e dà loro motivazione?

In questo articolo voglio condividere con voi una domanda semplice e potente utilizzata nei processi di executive coaching e che vi darà accesso ai più potenti drive motivazionali di una persona.

Quando ho imparato questa tecnica per la prima volta, l’ho usata per tirarmi fuori da una routine che non portava a nulla nel mio sviluppo professionale e nella mia vita lavorativa. Oggi, per me non c’è più nulla che non abbia origine da una motivazione. Quando usiamo questa tecnica con i nostri clienti di executive coaching, questi riferiscono un aumento del 100-300% nel livello della motivazione, che, tra l’altro, ha il piacevole effetto collaterale di una maggiore produttività e fa miracoli per il proprio sviluppo professionale.

Quindi, se vuoi:
• Conoscere profondamente ciò che guida e motiva le persone, in modo da poterle influenzare positivamente come un Executive Coach
e
• Aumentare la motivazione, l’impegno (e quindi la produttività) più volte durante una singola sessione

allora continua a leggere mentre condivido con te L’UNICA domanda di coaching semplice e potente che ti darà le chiavi per influenzare l’intenzionalità e lo sviluppo professionale.

Strategia per l’Executive Coach – Sviluppo professionale attraverso l’Intenzionalità

Ecco il punto 1 e la domanda da tenere a mente: Cosa è importante per te di “X”?
(X = un progetto, lavorare per l’azienda, essere nel team, qualsiasi cosa di cui tu voglia conoscere le motivazioni sottostanti)
Ecco cosa otterrai come risposta: un mucchio di risposte a livello di superficie.
Ad esempio: lavorare con i colleghi, riconoscimento e ricompensa per gli sforzi, le ore, ecc. Probabilmente son cose che hai già sentito prima. Bene, queste sono risposte significative, ma sono solo il primo strato di “significato / motivazione” e quindi il più debole. Per facilità di riferimento, chiameremo queste risposte collettivamente “Y”.

Passo 2 – Qualunque sia la risposta che riceverai (probabilmente ne otterrai più di una), chiedi: “date tutte queste risposte (‘Y’), che cosa ti danno tutte insieme che è ancora più importante?” 
Ora otterrai il livello numero 2 – queste risposte “Y2” sono più significative per la persona, perché sono ciò che danno un valore alle risposte precedenti.
Ad esempio, la possibilità di realizzarsi, un ambiente in cui posso eccellere, equilibrio vita / lavoro, ecc. 

 Il passaggio 3 è ripetere il passaggio 2 e chiedere nuovamente: “Considerate tutte queste nuove risposte ‘Y2’, che cosa le rende importanti per te? Cosa ti danno che è ancora più importante?”
Ad esempio, raggiungere la mia meta/obiettivo, lasciare un’eredità per me e la mia famiglia, ecc.

Ripetete questa sequenza, anche per 3-5 livelli, ed ecco cosa accadrà:
➢ Le risposte diventeranno meno numerose e più astratte, finché non ne rimarranno solo una o due. Il linguaggio ricorsivo ti farà capire che ti stai avvicinando alla fine.
➢ Quelle 1-2 risposte saranno le motivazioni, i valori più alti e più significativi che guidano quella persona più di tutti gli altri.
➢ Vedrai spesso cambiare la fisiologia della persona mentre accedono alle loro più alte motivazioni / valori. Questo perché ciò che è significativo, è emotivo.

Da qui hai finito, e ora hai due risultati:
o CONOSCI cosa è profondamente importante per la persona con cui stai parlando.
o CONOSCONO ciò che è profondamente importante per loro, e quella conoscenza è fortemente motivante, poiché ora si collega al contesto di cui originariamente domandavi.

(Nota: affinché ciò funzioni in modo efficace, è necessario per la persona che desidera condividere le sue risposte in un contesto di relazione o di rapport).

Vuoi sapere perché funziona in tre frasi?
Perché come esseri umani pensiamo a livelli logici (Alfred Korzibsky 1939). I livelli logici più alti moderano e governano i livelli logici inferiori (in altre parole, il valore più alto nella parte superiore guida tutti i valori / motivazioni sottostanti). Ad ogni livello, quando chiedi “Cosa è importante per te di X” stai scoprendo unità, valori e motivazioni di livello superiore. Questo perché la domanda va ‘meta’ o ‘su’ al prossimo livello logico riguardante “X”.

Congratulazioni! Se sei arrivato alla fine di questo articolo, ora hai un potente strumento dal mondo del coaching nella tua cassetta degli attrezzi e hai una migliore comprensione di come arrivare al cuore della motivazione e della produttività della tua squadra. Grazie per aver letto come aumentare la motivazione nella tua squadra del 100-300% con UNA semplice e potente domanda di Executive Coaching.

 

Articolo scritto da James Hayes
Executive Leadership & Management Coach & Trainer
Australia, International
Traduzione di Re.Al Coaching

Potrai trovare e imparare ad utilizzare questo ed altri potenti tool di coaching nei nostri corsi!