Creatività: bufala dei formatori o must of Coaching?

La creatività è un processo replicabile?

Quanto ti costa non essere creativo?

Come aiuta un percorso di Coaching?

Ebbene sì, dai, non c’è qualcuno che non ci dica che con la creatività non si risolva qualsiasi problema e ce lo vuole insegnare! Ma sappi che, a differenza di quanto hai pensato fino ad oggi, è tutto vero e potrai comprenderlo a fondo leggendo l’articolo.

Si potrebbe spiegare la creatività dicendo che è una diversa organizzazione delle nostre conoscenze al di là delle competenze acquisite e, per dirla con delle immagini, la sequenza è questa:

knowledge experience creativity
1) Abbiamo una serie di conoscenze che utilizziamo nella vita 2) Con l’esperienza diventano abilità e competenze che usiamo quotidianamente 3) Uscendo dagli schemi predefiniti entriamo nel processo creativo

Ora, giusto per non andare contro corrente, si deve dire che la così detta routine è madre dei processi facilmente ripetibili e conosciuti e quindi ha un suo perché funzionale nello svolgimento normale delle attività. E’ quella parola “normale” che non possiamo spalmare su tutto ciò che ci succede.
Oggi come oggi la velocità e la volatilità dei cambiamenti hanno avuto una accelerazione spaventosa e ci troviamo in una realtà con sempre meno punti di riferimento sicuri.

La programmazione è sempre meno garanzia di risultati certi mentre aumenta la possibilità di grandi successi ottenuti senza un perché definito.

Quindi la creatività non è un processo replicabile? Ma quanto mi costa non essere creativo?

Non essere creativo ti costringe a navigare a livelli medi di eccellenza, perdere occasioni e non consapevolizzare che sei stato creativo ogni volta che hai risolto un qualsiasi problema nella tua vita, o in quella di altri. In verità essere creativi è un processo che ripeti tutte le volte che affronti un imprevisto, risolvi un problema o fai un salto avanti: solo che non lo sai.
Ma Alfredo, non dire idiozie, l’ultimo problema avuto sul lavoro mi è costato ore ed ore di analisi prima di trovare la soluzione. Eh, infatti, la rilevazione di dati e la comprensione della situazione fa parte del processo creativo, ma non è l’unico pezzo del nostro puzzle, solo il primo! Ti sei mai accorto come a volte sei stato sul “problema” un sacco di tempo e poi… ZAC, in un attimo eccoti la soluzione che funziona (o almeno la miglior opzione da applicare)?

Nei moduli dei nostri corsi introduciamo ed insegniamo queste pratiche –> CORSI

Quindi un processo esiste e puoi anche riconoscerlo ed allenarlo ed è il seguente:

  • CONTESTUALIZZAZIONE
  • CONFUSIONE
  • INCUBAZIONE (svuotamento)
  • INSIGHT
  • REALIZZAZIONE

Di questi passaggi alcuni possono essere più immediatamente comprensibili, ma sappi che se non sei confuso davanti ad una situazione le cose sono due: non è un problema e non lo stai risolvendo con la creatività, ma con una replica di processo.  Inoltre l’INSIGHT è preceduto da un periodo di INCUBAZIONE. Insomma sì, durante tutto quel tempo in cui pensavi di stare a studiare i dati, in verità stavi cercando, più o meno consapevolmente, la soluzione. Tieni ben presente che anche la realizzazione è parte del processo in quanto la parola CRE/AZIONE lo rammenta benissimo.

La cosa bella è che una volta realizzata la soluzione, questa può diventare parte delle nostre abilità, se più volte ripetuta. Come si suol dire, “alza la nostra asticella”.

Le METODOLOGIE sono diverse e le dividerei in due macro aree: quelle convenzionali e quelle non convenzionali.
Le prime sono prettamente linguistiche e di modalità di approccio. Sono quelle che vengono applicate nella maggior parte dei casi e a volte anche abbastanza analitiche e lunghe, tanto da sforare in una semplice riprogrammazione.
Le seconde sono più centrate sul “saper essere”, collegate al mondo della “Mindfulness”, un insieme variegato di filosofie, processi e approcci analogici.

Non si tratta di usare una o l’altra, ma di far rientrare nel processo questo tipo di approccio che ci permette di trovare soluzioni più adeguate, performanti ed equilibrate ed un Coach può stimolare questo approccio per ottenere risultati anche eclatanti.


Alfredo M. Molgora
Coach Formatore Trainer IpnoCounselor
Cofounder Scuola ReAl Coaching Open Mind Solutions
www.realcoaching.it

Richiedi informazioni:

Nome         (*)

Cognome (*)

Email         (*)

Telefono  (*)

Città          (*)

Il tuo messaggio (*)

Questo sito è contro lo spam. Cliccando sul pulsante “Invia la richiesta” invierai i Tuoi dati alla nostra segreteria dove verranno custoditi nel pieno rispetto della vigente normativa sulla Privacy e utilizzati esclusivamente per lo scambio di informazioni tra Te e Noi. Per nessun motivo i Tuoi dati verranno ceduti a terzi.