Rigidinə? Può essere PERFEZIONISMO DISFUNZIONALE

11 FOCUS PER SUPERARE IL PERFEZIONISMO DISFUNZIONALE

Troppo durə con te stessə o con gli altri?
I maggiori segnali 
che aiutano a capirti e migliorare

Stabiliamo tutti degli standard per noi stessi nel lavoro, negli hobby e nella nostra vita personale e sappi che questo lo facciamo sia in modo conscio che inconscio. Avere standard e obiettivi consapevoli è il modo più efficace per lavorare costantemente verso ciò che vogliamo nella vita.

Rigidinə? Può essere PERFEZIONISMO DISFUNZIONALE Condividi il Tweet

Essere giudiziosi riguardo alla realizzazione e al successo personale è importante.

Le persone con questa capacità di analisi sono preziosissime come partner e collaboratori, possono essere idealisti pratici e capaci di grandi imprese, ma c’è anche bisogno di equilibrio e flessibilità, di darsi spazio nel commettere errori e accettare passi falsi mentre cerchi di essere la migliore versione di te.

Se ti fanno presente di essere troppo rigidə, poco incline ad accettare consigli, irascibile per piccole cose, possono essere segnali di un perfezionismo disfunzionale ed è possibile che la lettura di questo articolo ti permetterà di accedere a parti migliori di te stessə e migliorare.

Eccoti 11 punti indicatori di perfezionismo disfunzionale e sui quali puoi osservarti ed avere dei consigli

  1. Arggggggggh, ho sbagliato!

Se non ti lasci spazio per commettere errori, probabilmente hai un problema con il perfezionismo. Condividi il Tweet Se sbagli e provi un fastidio profondo, non riesci a lasciare le cose come stanno, ad accettare che “shit happen” e hai un forte bisogno immediato di correggerli, questo è un segnale per recuperare il valore dell’errore.

  1.  O bianco o nero?

Potresti essere in continua zona dicotomica tra tutto o niente, bene o male, senza spazio per le zone d’ombra. Le cose o sono totalmente giuste o sbagliate, buone o cattive. Questo approccio ti mette in una continua posizione di giudizio anche con te stessə, alza il livello di ansia ed abbassa la possibilità di una analisi sulle opzioni. Apriti a posizioni intermedie, può tornare utile. Condividi il Tweet (Clicca QUI)

  1. Hai aspettative irrealistiche su te stesso e sugli altri.

Non solo è difficile per te stesso mantenere standard irrealistici, ma è estremamente faticoso per i tuoi cari, colleghi e collaboratori, se li costringi costantemente a far sì che li raggiungano.
La perfezione, come ben sai, può essere un punto di riferimento al quale tendere, ma difficilmente raggiungibile.

  1. La tua autostima è carente.

Malgrado tu abbia livelli di eccellenza in parecchie cose che fai, attenersi costantemente a aspettative irrealistiche ti lascerà spesso il sentore di un fallimento costante. Questo senso di inefficacia ripetuto può portarti a pensare male di te stesso. Quando in realtà hai ottenuto risultati ma senti di aver fallito solo perché il tuo punto di riferimento ha standard non ottenibili. Una corretta valutazione di ciò ti può essere d’aiuto.

  1. Mai una gioia.

Anche quando hai raggiunto obiettivi estremamente difficili, ti sentirai comunque come se non fosse abbastanza. Condividi il Tweet I perfezionisti non sono mai soddisfatti e minimizzano mentalmente i propri risultati.

  1. Target is the MUST!

I perfezionisti troveranno un modo per ottenere i risultati desiderati, con ogni mezzo necessario Condividi il Tweet. Indipendentemente dalla loro felicità o sicurezza personale, o da quella degli altri, faranno qualsiasi cosa per ottenere risultati.

  1. Ti senti estremamente emotivo quando non ottieni ciò che hai immaginato.

Il minimo cambiamento nel risultato previsto, la minima deviazione dal piano prefissato, il dettaglio che non è come sia giusto che sia, ti rendono emotivamente instabile. Ciò può portarti a sentirti arrabbiatə, depressə, delusə o frustratə. E poche volte condividi questo tuo sentire.

  1. Dettagli mon amour? Non è detto!

Passare una quantità folle di tempo su minuscoli dettagli di un progetto o di un incarico è un segnale significativo. Condividi il Tweet E facile che tu non te ne accorga, per cui, se hai questo dubbio, sforzati ed apriti all’ottenere sinceri e spassionati feed back da chi ti è vicino.  Molti perfezionisti riescono a malapena a rispettare o addirittura a non stare nelle scadenze perché sono troppo presi dalla perfezione.

  1. Sei eccessivamente critico e giudichi gli altri.

Se indichi costantemente gli errori nel lavoro, nelle prestazioni o persino nel comportamento degli altri (e anche dei tuoi), indipendentemente da quanto sia grande il loro lavoro o affine alla loro personalità, probabilmente sei un perfezionista.

  1. Critiche costruttive? No grazie?

L’errore è la fine di tutto per i perfezionisti. Condividi il Tweet Quindi anche il più piccolo suggerimento, un consiglio di critica costruttiva può mandarti in modalità di difesa completa. Come ti senti quando qualcuno si permette, anche in modo sincero, di farti notare qualcosa?

  1. C’è un errore? Ovunque sia, non è mio!

Non importa quanto tu cerchi di essere perfettə, a un certo punto tutti si sbagliano. Condividi il Tweet Se ti accorgi di non essere mai in grado di ammettere o nemmeno di renderti conto che hai torto, probabilmente sei un perfezionista.

Ora, può essere che in misura più o meno precisa tu possa esserti ritrovato in alcune di queste situazioni e ti starai chiedendo come fare.

La nostra scuola migliora le persone non solo ed esclusivamente sulle performance, ma soprattutto sull’evoluzione della persona e quindi questa è una occasione per chiedere delle nostre consulenze e corsi personalizzati che trovi QUI e QUI

In generale posso consigliarti di prenderti il “tuo tempo”. Prova a lasciare volutamente qualcosa da fare domani, come esercizio. Ritagliati dei momenti che dedichi a te facendo qualcosa che ti piace. Pratica delle attività hobbistiche che considerino l’utilizzo delle mani e siano creative. Fai tesoro degli elogi che ti sono rivolti anche quando pensi di non essere stato all’altezza. Passeggia nel verde e ascolta musica. Promettiti da ora, di lasciare andare qualcosa, qualche volta.

D’altra parte ricorda che anche il buon Dio si prese il Suo tempo per riposare! 

Alfredo Maria Molgora
Coaching Mentoring Ipnosi – Formazione Sessioni
ReaL Coaching & Ipnosi Open Mind Solutions

Ora, decidi pure che sia giusto nella tua situazione conoscere quello che facciamo ed valutare di intraprendere un percorso compilando il modulo di richiesta. Verrai richiamatə nelle successive 24h

    Nome (*)
    Cognome (*) 
    Email (*)
    Telefono (*)
    Città (*)
    Il tuo messaggio (*)
    Questo sito è contro lo spam. Cliccando sul pulsante “Invia la richiesta” invierai i Tuoi dati alla nostra segreteria dove verranno custoditi nel pieno rispetto della vigente normativa sulla Privacy e utilizzati esclusivamente per lo scambio di notizie, aggiornamenti o informazioni tra Te e Noi. Per nessun motivo i Tuoi dati verranno ceduti a terzi.